News

Primi dati positivi dopo due settimane dall’entrata in vigore del Piano

25 settembre 2017

Dopo solo due settimane dati positivi per una città più vivibile, meno inquinata e più ordinata

Meno traffico di automobili sulle principali vie di accesso a Varese per chi arriva dall’autostrada tra le 7:00 e le 9:00 del mattino che rappresenta di fatto il traffico pendolare. Sono infatti questi i primi effetti del nuovo piano della mobilità Varese si Muove che a due settimane dall’entrata in vigore sta già cambiando in meglio le abitudini delle persone, con grande vantaggio per la qualità della vita, i livelli di smog e inquinamento e del traffico.
Il periodo del monitoraggio riguarda i giorni dal 5 all’8 giugno 2017, con le scuole ancora aperte dunque, messi a confronto con il periodo che va dall’11 al 14 settembre 2017. Dal confronto tra i due periodi emerge che nei giorni presi in considerazione a settembre, dopo l’attuazione del nuovo Piano della Mobilità, oltre 500 persone al giorno hanno cambiato le loro abitudini scegliendo mezzi di trasporto alternativi per accedere al centro rispetto allo scorso giugno.
Effetti legati al Piano della Mobilità sicuramente positivi che vanno letti insieme ad uno dei primi dati che emerge da Autolinee Varesine: il netto incremento che il Consorzio Trasporti Pubblici Insubria (Autolinee Varesine + Castano) vede registrare sugli abbonamenti integrati, un particolare titolo di viaggio unicamente mensile che permette di viaggiare, senza alcuna limitazione, su qualunque autobus urbano ed extraurbano del Consorzio. Nei primi venti giorni di settembre si registra infatti una crescita di oltre il 10% nelle vendite di tale abbonamento, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Questo titolo di viaggio, rivolto senza distinzioni a studenti e lavoratori, si sta diffondendo in particolare tra chi abita a 10-15 km dalla città e sceglie dunque di usufruire sia dei pullman extraurbani di colore blu, sia di quelli del servizio urbano di Varese.

Prima azione dell’Amministrazione e di Autolinee Varesine: potenziata la linea N del trasporto pubblico

Anche per questo motivi una delle prime azioni dopo due settimane dall’introduzione del nuovo piano è il potenziamento del trasporto pubblico locale. Il Comune di Varese insieme ad Autolinee Varesine hanno deciso di partire dal 2 ottobre 2017 con il potenziamento della Linea N degli autobus cittadini: dalla fermata di Calcinate del Pesce partirà una corsa in più al mattino, programmata per le 7.22, al fine di agevolare gli studenti diretti alle scuole di Varese e i lavoratori che si recano in centro città. Grazie a questa corsa in più verrà così potenziato anche il servizio del Park&Bus che potrà beneficiare di un autobus in più in transito dalla fermata della Schiranna.
«I primi risultati iniziano a farsi vedere e a ringraziare è la qualità della vita, dell’aria e il nostro ambiente. Questi primi risultati indicano che la strada tracciata da Varese si Muove va nella direzione già adottata da altre città italiane ed europee per ridurre traffico e smog – ha affermato il sindaco Davide Galimberti questa sera in apertura del Consiglio Comunale – Siamo solo all’inizio ma questi primi dati attestano che le scelte di questa amministrazione potranno portare beneficio a tutti i cittadini. Il piano della mobilità introdotto da questa amministrazione vuole proprio favorire le scelte in tema di mobilità. La riduzione del numero di veicoli che ogni giorno entrano a Varese vuol dire che molte persone stanno modificando le proprie abitudini di spostamento prendendo in considerazione anche altri sistemi di trasporto, più sostenibili, comodi ed efficienti. Questo porterà grandi benefici per tutti».

Diminuisce il traffico, aumentano i passeggeri degli autobus, successo per il Park&Bus

Alle opportunità proposte dal piano Varese si Muove stanno già aderendo molti cittadini. Ad essere molto apprezzato dagli utenti è il sistema di Park&Bus che sta registrano numeri in costante crescita. Il sistema consente di lasciare gratuitamente la propria auto presso uno dei 4 parcheggi interscambio (Stadio, Borri, Belforte e Schiranna) e utilizzare gli autobus del trasporto pubblico al costo di 10 centesimi per i viaggi di andata e ritorno. Per questo servizio i dati dimostrano che dal giorno di introduzione del Piano i numeri degli utenti del Park&Bus si è già quasi triplicato. Il 20 settembre il Park&Bus è stato utilizzato da circa 200 persone e nelle aree di sosta dedicate al sistema sono state parcheggiate oltre 160 macchine. Questo dato dimostra anche che gli utenti stanno utilizzando il sistema di interscambio anche come car-pooling perché il Park&Bus consente l’utilizzo a 10 centesimo anche fino a 5 passeggeri per ogni autovettura. I parcheggi più apprezzati dagli utenti per ora sono quelli di piazzale De Gasperi (Stadio) e di viale Borri ma sono in crescita anche i dati relativi agli altri due parcheggi della Schiranna e di viale Belforte.
«Anche in questo caso parliamo di circa 200 autovetture in meno – prosegue Galimberti – perché i cittadini scelgono di raggiungere il centro con l’autobus. Questo ha come risultato di avere una Varese con meno traffico, più rotazione nella sosta e meno inquinamento. Un risultato impensabile fino a poche mesi fa per questa città che segna un cambiamento storico per Varese e che dimostra anche che l’intento di questa amministrazione non era assolutamente quello di fare cassa come qualcuno continua a ripetere. L’obiettivo invece è quello di cambiare in meglio la qualità della vita e la vivibilità della città. Invito tutti dunque a moderare i toni, anche sulla base dei dati che stanno emergendo che invece indicano che il piano è sulla strada giusta e non c’è stata nessuna fuga dalla città come sta dicendo invece chi strumentalizza, senza alcun dato, la vicenda per aumentare la tensione in città».
Per quanto riguarda le altre opportunità previste dal piano della mobilità i dati indicano che fino ad oggi quasi 2000 cittadini si sono registrati presso lo sportello Varese si Muove ottenendo uno dei pass o abbonamento. Inoltre, da oggi a Casbeno gli oltre 130 pendolari che si sono già muniti di abbonamento, e quelli che lo faranno in futuro, potranno parcheggiare anche nel nuovo parcheggio di via Marrone e raggiungere la stazione Nord di Casbeno attraversando il comodo sottopasso aperto da questa mattina. Il parcheggio è comunque disponibile a tutti al prezzo giornaliero di € 2,00, ma rappresenta comunque una soluzione in più come area di sosta interscambio per chi abbina auto più treno.

Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente e per ottenere alcune interessanti statistiche.